Ingredienti

550 gr. farina
30 gr. zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
230 gr. latte + 2 cucchiai di latte
10 gr. sale
50 ml. olio evo
10 gr. lievito di birra o 150 gr. lievito madre
50 gr. di alici sott’olio
200 gr. provola tagliata a dadini
100 gr. ‘nduja ammorbidita con un filo d’olio
La tradizione
La ricetta originaria del danubio salato è napoletana, qui ve lo propongo con un ripieno tipico calabrese. Dal gusto deciso e gustoso, questa torta salata delizierà il vostro palato.

Procedimento

Danubio chino i alici, provola, ‘nudja
(danubio ripieno di alici, provola e ‘nduja)

Sciogliere nella ciotola di una planetaria il lievito con il latte tiepido e lo zucchero.

Avviare lentamente la planetaria con il gancio e versare a cucchiaiate la farina.

Quando la farina è amalgamata con gli ingredienti, aggiungere a filo l’olio e subito dopo il sale, aumentare la velocità e fare impastare per 7/8 minuti, fino a quando l’impasto non risulta setoso.

Mettere l’impasto su una spianatoia e pirlare. Ungere una ciotola, aggiungere l’impasto pirlato e coprire con della pellicola o un coperchio.

Lasciare lievitare per circa 2 ore, sino al raddoppio dell’impasto. Pesare l’impasto e dividerlo in circa 30 pezzetti, fare un buco al centro e mettere dei pezzettini di provola, un pezzo di acciuga e una punta di cucchiaino di ‘ndujia.

Chiudere, sigillare, pirlare e sistemare tutti i pezzettini in cerchio in una tortiera oleata e infarinata precedentemente.

Riempirla fino al centro, spennellare con il tuorlo d’uovo e i cucchiai di latte sbattuti insieme. Coprire con pellicola e lasciare lievitare nuovamente sino al raddoppio (circa un’ora).

Infornare a 160° per 30/35 minuti, sino a doratura. Togliere dalla teglia e lasciare intiepidire su una gratella.

I consigli di Nuccia

In questa ricetta ho preferito usare l’olio Evo, la ricetta originaria però prevede il burro.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.